Casino online illegali e Casino Online legali: Le differenze

I Casino online illegali senza licenza sono delle piattaforme di gioco che già esistevano prima che venisse legalizzato il gioco a distanza del nostro paese, che com’è noto è avvenuto soltanto nel luglio 2011. Fino ad allora, coloro i quali volevano scommettere, stando comodamente seduti sul divano di casa propria, dovevano necessariamente accollarsi il rischio di subire delle perdite per via delle truffe ordite a tavolino da parte degli operatori illegali.

Purtroppo, allora, come adesso, tali operatori non potevano e non possono essere contrastati facendo ricorso a dei strumenti giuridici messa a disposizione dal nostro ordinamento, il quale non prevede alcun rimedio nel caso in cui si configura degli spiacevoli eventualità che intaccano gli interessi economici dell’utente.

Per fortuna, da quando il gioco d’azzardo on-line è stato legalizzato nel nostro paese, un crescente segmento di clientela ha sempre più preferito operare sul mercato del gioco legale, per via di un’offerta di grande qualità, più livello di sicurezza soddisfacente e fortemente voluto dal legislatore italiano e delle offerte promozionali che arrecano reali vantaggi allo scommettitore rendendola immediatamente consapevole delle condizioni che si applicano ad ogni singola iniziativa con cui si erogano dei benefici e bonus.

Purtroppo la stessa cosa non si può dire nel caso dei Casino online illegali senza licenza, i quali promettono l’erogazione di bonus dalle dimensioni piuttosto sproporzionate che mai verranno riscattati perché i requisiti di scommessa che l’ utente deve soddisfare solo non molto elevati e mai verranno raggiunti perché durante il gioco le risorse versate verranno automaticamente perse. Inoltre, bisogna dire che non sono stati pochi i casi in cui l’utente abbia perso tutte le risorse versate sul proprio conto di gioco per via della manipolazione dei software con cui vengono determinate le partite.

In altri casi, invece, coloro i quali hanno conseguito delle vincite scommettendo ai Casino online illegali senza licenza, non si sono visti pagare tali compensi e purtroppo non vi è stata la possibilità di recuperarli perché, come abbiamo detto qualche rigo fa, lo stato italiano mette a disposizione dei rimedi giuridici da applicare per tutelare gli interessi di coloro i quali subiscono delle truppe quanto scommettono all’interno di un sito appartenente ad un operatore sprovvisto di licenza Aams.

Giocare all’interno dei Casino online illegali senza licenza e meno conveniente anche nel caso in cui si conseguano delle vincite, se si pensa che l’utente, per evitare di commettere il reato di evasione fiscale, dovrà denunciare al fisco tutte le entrate che derivano dalle scommesse dall’esito positivo piazzate all’interno di tali contesti di gioco virtuali. Questo problema, in caso di vincita all’interno di un casino con licenza Aams, non si pone perché le somme incassate dallo scommettitore sono depurate da tassazione che viene applicata nei confronti della società titolare del casino on-line.

Pertanto, in conclusione, secondo il nostro parere sono tante le ragioni che devono spingere l’utente verso il mercato del gioco legale sia sul piano della qualità, della protezione e dell’ampia gamma di forme di intrattenimento disponibili.

Effettuare i depositi all’interno dei migliori casino online

Una delle prime cose, che un utente deve guardare quando decide di iniziare a scommettere con soldi veri, all’interno di un casinò on-line, è la modalità di pagamento da utilizzare per ricaricare il proprio conto di gioco. Nella sezione dedicata ai metodi di pagamento disponibili all’interno dei migliori casino on-line Aams, gli utenti troveranno tanti strumenti molto innovativi dal punto di vista tecnologico e funzionali per ricaricare il proprio conto di gioco in maniera del tutto protetta, veloce, semplice e anche conveniente dal punto di vista economico.

Di solito, tale palinsesto è costituito dalle migliori carte di credito dei principali circuiti bancari (MasterCard, Visa, Visa Electron,Maestro, eccetera), dai portafogli virtuali più popolari tra coloro i quali sono soliti interagire sulla rete per eseguire delle transazioni (PayPal, Neteller, Moneybookers, ed altri), bonifico bancario, assegno.

Ogni metodo di pagamento indicato è estremamente sicuro e rispetta le norme in materia di gioco a distanza fatta rispettare dall’Aams, secondo cui, l’utente durante l’esecuzione delle transazioni con cui vengono depositate delle somme sul proprio conto di gioco casino Aams, deve essere posto al riparo da qualsiasi tentativo da parte di malintenzionati di appropriarsi dei suoi dati personali ma anche delle risorse contenute nell’interno del mezzo di pagamento che si sta impiegando.

I metodi di pagamento per ricaricare il conto di gioco casino on-line Aams sono molto semplici da utilizzare e alla portata anche di coloro i quali non hanno dimestichezza con il mondo dei pagamenti a distanza e delle transazioni on-line. Per quanto concerne i tempi di accredito, bisogna dire che, spesso e volentieri, questi variano a seconda della tipologia di mezzo di pagamento per effettuare il trasferimento.

Per esempio le carte di credito dei principali circuiti finanziari internazionali presentano dei tempi di accredito che variano dai due ai tre giorni lavorativi. Ovviamente, tutto dipende dalla politica finanziaria adottata dall’istituto bancario in cui l’utente è titolare di un conto corrente. Di solito, se si ricarica del conto di gioco le risorse trasferite diventano disponibili immediatamente in favore dello scommettitore. Stessa cosa si può dire per il prezzo del bonifico bancario, per quanto concerne i tempi di accredito. In questo caso, però a differenza delle carte di credito, i tempi di accredito sul conto di gioco sono molto diverse e possono arrivare anche 5-6 giorni lavorativi.

Molte case da gioco, per incentivare gli scommettitori ad utilizzare questo metodo di pagamento, hanno deciso di accreditare immediatamente le somme trasferite a mezzo di bonifico, a patto che sia entrato nella categoria dei cosiddetti Vip, cioè dei giocatori più fedeli che, abitualmente, scommettono su una determinata piattaforma di gioco.

I costi di gestione di ogni singolo metodo di pagamento per quanto concerne l’operazione di trasferimento fondi sul proprio conto di gioco, quasi sempre sono pari a zero. Nel caso delle carte di credito, del bonifico bancario, però, ci potrebbero essere altri costi che riguardano la gestione di tali strumenti finanziari durante l’anno solare e questi, chiaramente, variano a seconda della politica adottata dall’istituto emittente

Il gioco d’azzardo della slot machine ed il tar

Ormai non passa giorno che non vi sia un intervento, o più interventi, da parte dei Tar di tutta la nostra bella Penisola per far rispettare i vari regolamenti comunali delle varie città e regioni che indicano le distanze “di sicurezza” dalle quali nessuna attività, attinente il gioco d’azzardo, può esistere. Siamo, quindi, abituati a questo “stillicidio” di sentenze e questa volta tocca al Tar di Brescia bloccare l’installazione di nuove slot machine nel Comune di Goito (Mantova) in un locale che non rispettava la norma sulla distanza minima dai luoghi sensibili (500 metri da scuole, chiese, oratori e centri di aggregazione giovanile). Il dato di fatto che si evince è che sempre più Comuni lombardi tendono a controllare rigorosamente questa norma delle distanze e stanno “all’erta” per farle assolutamente rispettare dalla Polizia locale e sanzionare, poi, chi non vi si attiene.

Queste norme -di ristrettezza- sono indubbiamente efficaci e, quindi, il Tar di Brescia, come prima quello di Milano, hanno seguito e seguono questo “indirizzo normativo”: la Regione Lombardia forse è una delle Regioni che agisce più all’unisono e le città “più grandi” fanno senz’altro da spartiacque per quelle più piccole. Chi “ama” il mondo del gioco non può fare a meno di pensare però a quante “ristrettezze” siano costretti gli imprenditori e gli operatori del settore, a quanto hanno versato allo Stato per avere concessioni e permessi… che vengono poi limitati e che impediscono, in ogni caso, la libertà di impresa.

Le app dei giochi d’azzardo come i casinò non sono gratuite

Non ci voleva altro in questo momento delicato per il mondo del gioco: tutti stanno aspettando che entri in funzione “davvero” la Legge Delega e che si riesca a “ristrutturare”, riorganizzare e “dare della normalità” al gioco e non c’era affatto bisogno di notizie negative sopratutto riguardanti internet che è il comparto forse più difficile da controllare. Internet, si sa, è un mondo “particolare” ed a volte nasconde qualche “peccato”. L’Antitrust è intervenuta, a tutela di “tutti”, per avviare un’istruttoria nei confronti di due società del gruppo Google, di Itunes, la filiale di Apple che gestisce gli iTunes store in Europa, di Amazon e Gameloft, società che sviluppa e pubblica videogiochi scaricabili da internet. Sembrerebbe che le app, che appaiono a prima vista gratuite ai consumatori, invece richiedano acquisti successivi per continuare a giocare e, quindi, gratuite non sono!

Quindi si ravvede nel comportamento di queste aziende concorrenza sleale e pratiche commerciali indubbiamente scorrette e l’Antitrust -garante appunto della concorrenza e del mercato- dovrà valutare se i consumatori potrebbero essere indotti a ritenere -e questo contrariamente al vero- che il gioco sia del tutto gratuito: l’Antitrust pensa che i “giocatori” non sarebbero messi in grado di conoscere preventivamente gli effettivi costi delle app reclamizzate e, quindi, le informazioni che arriverebbero ai consumatori sarebbero carenti circa gli strumenti per escludere o limitare la possibilità di acquisto e le relative ed effettive modalità di attivazione. Ben venga, ovviamente, l’intervento dell’Antitrust per fare chiarezza a favore dei consumatori.